Famiglia

Michele cominciò a lavorare a 17 anni caricando i camion. Consegnò quotidiani come “La Stampa”, “L’Unità”

e “Il Corriere”. Nel 1960 la sua passione per i “bisonti della strada” e la dedizione per il lavoro diedero vita alla ditta “Segalin”.

Fece partire trasporti internazionali e progettò un polo logistico che prese forma ad Alpignano (Torino).
Ispirò e trasferì competenza ai suoi collaboratori che accolse e curò come un buon padre di famiglia.